Come passare il ferragosto 2016

Ed ecco la domanda che ci viene fatta dai nostri colleghi per le agognate ferie di ferragosto, quelle ferie che potrebbero tranquillamente coprire dal 14 al 16 di agosto, c’è chi si può fare un piccolo “ponte estivo” sfruttando le ferie accumulate.

Ma non divaghiamo e cerchiamo di tornare alla domanda che stavo per proporre poco prima:

come sfrutterai queste vacanze?

dove andrai?

che cosa farai in questi giorni?

riposo o vacanze? 

 

A tutto questo potrei cercare di darti alcune delle risposte che cerchi, naturalmente se continui a leggere l’articolo. Potrei proporti di andare in alcune località turistiche, ad esempio roma, pescara, napoli…


ROMA

A chi sceglie di trascorrere la giornata di Ferragosto a Roma, il comune ha riservato tanti appuntamenti culturali sparsi per la città. Restano aperti i Musei Capitolini, il Museo dell’Ara Pacis e i Mercati di Traiano, mentre gli altri spazi del Sistema Musei Civici osservano il consueto riposo settimanale. Si possono visitare però le collezioni permanenti e le mostre temporanee dei tre grandi musei e la sera si potrà partecipare ai numerosi appuntamenti dell’estate romana, tra i quali il mix di spettacolo e archeologia nei Fori di Augusto e di Cesare e le rassegne estive della Casa del Cinema nel verde di Villa Borghese. I Musei Capitolini ospitano la mostra La Spina. Dall’Agro Vaticano a Via della Conciliazione: un viaggio a ritroso nel tempo nei luoghi che conducono alla Basilica di San Pietro, raccontandone le profonde trasformazioni dall’antichità fino al Giubileo del 1950. In corso anche La Misericordia nell’arte. Itinerario giubilare tra i Capolavori dei grandi Artisti Italiani, una mostra che esamina il tema della Misericordia attraverso opere d’arte, da dipinti a sculture, da miniature a incisioni.

Al Museo dell’Ara Pacis è in corso Domon Ken, monografica dedicata ad uno dei fotografi più importanti della storia della fotografia moderna giapponese.All’interno dell’esedra dei Mercati di Traiano Ugo Rondinone presenta, per la prima volta in Italia, notti d’argento, gruppo di 5 calchi di ulivi millenari – ancora presenti in Puglia e in Basilicata – in alluminio verniciato di bianco. Da non perdere anche la mostra archeologica MADE in Roma Marchi di produzione e di possesso nella società antica.



Aperti anche Ostia Antica, Galleria Borghese, Galleria Spada, Castel Sant’Angelo, Gnam, Palazzo Venezia, Villa Giulia, Palazzo Corsini, Terme di Caracalla, Museo Pigorini, a Tivoli Villa d’Este e Villa Adriana e il Museo Nazionale Romano, Pantheon e la Galleria Doria Pamphilj. Ma ci sono anche alcune chiusure illustri: Maxxi, Palazzo Barberini, Centrale Montemartini, Macro, Galleria comunale d’Arte Moderna, Museo Carlo Bilotti, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia, la Villa di Massenzio. Chiusi anche i Musei Vaticani. Miscela di spettacolo e archeologia, infine, per i viaggi nell’antica Roma a cura di Piero Angela e Paco Lanciano con due tappe al Foro di Augusto e al Foro di Cesare. Partendo da pietre, frammenti e colonne presenti, con l’uso di tecnologie all’avanguardia, gli spettatori vengono guidati dalla voce di Piero Angela e da magnifici filmati e ricostruzioni. Una rappresentazione emozionante ed allo stesso tempo ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico.

All’interno dell’esedra dei Mercati di Traiano Ugo Rondinone presenta, per la prima volta in Italia, Notti d’argento, gruppo di 5 calchi di ulivi millenari ancora presenti in Puglia e in Basilicata, in alluminio verniciato di bianco. Da non perdere anche la mostra archeologica MADE in Roma Marchi di produzione e di possesso nella società antica. Nel weekend di ferragosto, la città offre tanti appuntamenti dedicati al cinema e all’intrattenimento, come l’appuntamento cult del Silvano Toti Globe Theatre: il Sogno di una notte di mezza estate, a firma dell’indimenticabile Riccardo Cavallo (traduzione di Simonetta Traversetti) che quest’anno è in scena dal 10 al 21 agosto ore 21.15 (riposo settimanale il lunedì). Una storia che non smette mai di emozionare e che continua a far sognare grandi e piccoli raccontando il tempo breve della felicità con un sottile sottofondo di malinconia.

TRIORA

Giorno 14 agosto  Triora la seconda edizione del Festival del Libro e degli scrittori liguri. Per tutta la giornata il borgo delle streghe diventerà la capitale ligure della letteratura. Il sindaco Angelo Lanteri ha dichiarato nell’apertura della manifestazione “Ci riempie di gioia lo spessore culturale contenuto nel festival. La vita ci travolge con altri eventi, abbiamo poco tempo da dedicare a noi, e uno dei metodi per stare in pace con noi è quello di confonderci viaggiando nello spazio e nel tempo con i libri estraniarci dai problemi quotidiani, è difficile ma i libri aiutano”. Nel corso della giornata oltre alle presentazioni di libri ci saranno anche letture e conferenze, come quella sul Giallo Italiano a cura di Patrizia Lombardi Burley.“Mi aspetto che la giornata finisca bene, sono contento di come stanno andando avanti le cose e otto mesi di lavoro sembrano concludersi con la speranza di una terza edizione. Quest’anno è sicuramente meglio rispetto all’anno scorso, siamo ben 10 volte più grandi. Arrivati a questo punto un grazie immenso ai partecipanti ed allo staff che hanno permesso a questo evento di diventare possibile.” ha dichiarato l’organizzatore Angelo Giudici dell’Atene Edizioni di Arma di Taggia.La manifestazione è stata altamente apprezzata sia da autori e case editrici sia dal pubblico che anche per questa edizione ha voluto premiare il Festival con una grande affluenza.



Molta la soddisfazione da parte dell’organizzatore Angelo Giudici:  “Mentre nel 2015 l’evento è stato preparato in 2 mesi, quest’anno abbiamo avuto 8 mesi di tempo per definire ogni situazione. Arrivati a questo punto un grazie immenso ai partecipanti ed allo staff, che hanno permesso all’evento di diventare possibile.”

PESCARA

Pescara. Ferragosto con doppio evento per Pescara: spazio dance alla Madonnina e Paola Turci all’Arena del Mare. Sarà Ellen Allien, dj di fama internazionale, la protagonista principale della prima edizione del Pescara Dance Festival, che dalle 16 del pomeriggio di domani radunerà sulla spiaggia della Madonnina gli appassionati di musica da discoteca ed elettronica, per arrivare a sera con l’esibizione di una delle star europee della consolle. Una festa ad ingresso gratuito dedicata al un pubblico giovanile. Dalle 22, invece, poco più a nord, allo Stadio del Mare, il concerto di Paola Turci, graffiante e raffinata cantautrice rock.

Citiamo anche le parole dell’assessore al commercio e alle attività produttive Cuzzi:

“Ritengo che il dissenso appartenga alla democrazia e chi fa politica e amministra sa che non potrà mai avere il favore di tutti, per quanto concerne il commercio e gli eventi un binomio su cui abbiamo creduto dal primo giorno di governo, mi sento di dire senza timore di essere smentito, che in due anni e con un Comune in predissesto, siamo andati sempre aldilà delle nostre possibilità, organizzando eventi e manifestazioni che hanno sempre inciso in maniera positiva in termini di presenze e di ritorno d’immagine ed economico per la collettività. Il tutto sempre coinvolgendo le associazioni di categoria, confrontandoci sui provvedimenti e cercando di spingere la nostra città al di là della crisi, generando con determinazione e coraggio nuove opportunità per il futuro. In questa stagione abbiamo programmato un calendario di eventi straordinario: la notte del Adriatico, ideata e realizzata lo scorso anno dal sottoscritto che ha portato in città 200.000 presenze con la chiusura per la prima volta di tutta la riviera; i grandi concerti di Enrico Ruggeri, Paola Turci, Fiorella Mannoia, Ellen Allien. Io rinnovo il mio impegno e la mia disponibilità e mi auguro che migliori anche quella di alcuni commercianti che oggi hanno deciso di esternalizzare la propria rabbia, che per molti versi è comprensibile. Ma non è con il “tiro al l’assessore di turno” che si risolvono i problemi della nostra città. Bisognerebbe ad esempio da subito essere disponibili alle aperture serali: siamo una delle poche città costiere ad avere i negozi chiusi di sera nel periodo estivo; inoltre siamo sempre una delle poche città ad avere i negozi chiusi anche quando ci sono eventi in corso con migliaia di presenze.”

 

AVELLINO E SALERNO 

Sono aperti i musei gestiti dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, con ingresso alle tariffe ordinarie. Ecco l’elenco: Complesso monumentale di San Pietro a Corte, Salerno: 9.30-18.30 (gratuito); Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana, Salerno: 10-12.30 (3 euro); Parco Archeologico di Velia, Ascea: 9.00-un’ora prima del tramonto (3 euro); Museo Archeologico Nazionale di Volcei “M.Gigante”, Buccino: 9.00-13.00 / 15.00-19.00 (6 euro – ingresso e visita guidata); Area archeologica della Villa romana e antiquarium, Minori: 8.00-19.00 (gratuito); Parco Archeologico di Aeclanum, Mirabella Eclano: 9.00-un’ora prima del tramonto (gratuito). Il Complesso monumentale di San Pietro a Corte sarà chiuso al pubblico il lunedì.


NAPOLI

Il centro storico di Napoli è ormai l’astro (ri)nascente del Sud Italia e a confermarlo sono i numeri, i turisti e le loro recensioni positive circa il miglioramento della città negli ultimi 5 anni. A napoli, quest’anno, il boom di turisti! Ne parla il sindaco De Magistris:

“Oggi cammino per Napoli e mi sembra di vivere un sogno. Invece è la realtà”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, scrive in un post su Facebook. L’ex pm sottolinea un aspetto: questa è una realtà “che tutti abbiamo contribuito a costruire in cinque anni di lavoro durissimo, tra l’ostilità e l’indifferenza di tanti, senza soldi, puntando solo sulla fatica di chi non ha mai mollato. Certo i problemi sono tanti e i disservizi numerosi – prosegue il primo cittadino – Ma ricordatevi Napoli com’era nella primavera del 2011”. Il sindaco guarda i negozi affollati nel centro storico, anche se i servizi sono ancora da migliorare. Ma il bicchiere è sicuramente mezzo pieno.Sarò ancora per strada – conferma De Magistris – con i più deboli, i più sofferenti. Dobbiamo migliorare in diversi settori e da settembre l’impegno mio e della squadra sarà al massimo, come sempre. ”

C’era una volta la città vuota a Ferragosto. Ma, per quanto riguarda Napoli, è solo un ricordo sbiadito. La città è piena. Eccome. Invasa dai turisti che affollano le vie del centro storico e il lungomare. Sold out negli alberghi, in tanti hanno scelto la metropoli partenopea per le vacanze. Perlopiù stranieri, attirati dalla Nouvelle Vague di Napoli, fatta di eventi e promozione culturale. Ce n’è per tutti i gusti. I musei sono aperti ed alcuni, per la giornata di oggi, offrono la possibilità di entrare gratis. Serrande su anche per pizzerie e locali. In pochi hanno chiuso, specie al centro. Un’offerta commerciale che soddisfa praticamente tutti i gusti. Poi ci sono gli eventi. Quelli organizzati dal Comune di Napoli come, ad esempio, la ‘Notte della Tamorra’ di stasera alla rotonda Diaz. Ciò che il sindaco nota è la realtà “che tutti abbiamo contribuito a costruire in cinque anni di lavoro durissimo, tra l’ostilità e l’indifferenza di tanti, senza soldi, puntando solo sulla fatica di chi non ha mai mollato”. “Certo i problemi sono tanti e i disservizi numerosi – prosegue il primo cittadino – Ma ricordatevi Napoli com’era nella primavera del 2011”.“



 

fonte: lapresse.it , corriere.it , meteoweb.eu , velvetnews.it , sanremonews.it , genovapost.it , cityrumors.it , ilpescara.it , ottopagine.it , napolitan.it , diariopartenopeo.it , napolitoday.it , napolimilionaria.it .

Rispondi