Editoriale: il risvolto negativo della tecnologia

Sin da quando la tecnologia ha dato i suoi ottimi frutti, grazie al primo cellulare, che permetteva le comunicazioni tra la gente, anche a svariati chilometri di distanza, c’è stato sempre un risvolto negativo. Lo dimostrano i crescenti valori SAR, che sono valori che servono a capire quanto sia radioattivo uno strumento, calcolando le sue “emissioni radioattive”.

Sul web potremo trovare un’infinità di questi articoli che parlano dei valori SAR, dei prodotti che vengono dalla cina che hanno un valore SAR alto, ecc. ma questo non è il cuore dell’editoriale, solo una piccola premessa.

Ultimamente, su uno dei siti del Network di Arte del sapere è stato pubblicato di recente un articolo riguardante una morte causata dalla distrazione dovuta all’uso dello smartphone. Come potranno capire i lettori, l’uso eccessivo dello smartphone, ai giorni nostri è dovuto al fatto che vogliamo a tutti i costi una macchina che faccia tutto insieme, senza ricorrere ad altre macchine. questo succede in tutti i campi, in particolare nell’ambito smartphone che deve soddisfare una fetta di utenti sempre più ampia e deve essere una fotocamera, una videocamera, un lettore musicale, un pc e un cellulare tutto in un solo involucro.

Il problema è accentuato anche dal fatto che usiamo troppo lo smartphone, secondo alcune statistiche lo accendiamo almeno 150 volte al giorno anche solo per controllare l’ora. Quindi qualsiasi incidente dovuto all’uso dello smartphone, è da giudicare come un pericolo non aggirato, perchè abbiamo notizie da tutto il mondo per incidenti stradali, incidenti pedonali, e morti causate da distrazioni (in particolare dovute allo smartphone). Ma naturalmente noi ingenui utenti che usufruiamo dello smartphone a ogni ora del giorno non ci siamo accorti di questi incidenti che stanno aumentando anche a causa del fatto che molte persone guardano i social mentre guidano, o usano applicazioni o giochi mentre camminano nel mezzo della strada totalmente ignari di quello che potrebbe accadergli.

Allora qual è la soluzione per evitare tutto ciò?

  • Evitare di stare per troppo tempo con lo smartphone acceso.
  • Controllare le notifiche solo quando necessario.
  • Utilizzare il vivavoce in macchina per chiamare.
  • Evitare di mettere un volume particolarmente alto in cuffia mentre siamo in città, e specialmente quando stiamo attraversando la strada.
  • Evitare distrazioni dovute ai social quando guidiamo, semplicemente impostando la vibrazione per alcune app, evitando la suoneria che potrebbe avere un effetto “tentazione” più marcato.
  • Evitare di usare app, o giochi, quando siamo nel mezzo della strada, o perlomeno spegnere lo smartphone per qualche minuto (il tempo di attraversare) e riaccenderlo subito dopo.

 

 

E ricordate: un minuto in più con il vostro smartphone non vale più della vostra vita!

Rispondi